Questo sito utilizza i cookie per offrire il miglior servizio possibile. Continuando a navigare nel sito si acconsente all'utilizzo dei medesimi.

 
Fotografia nitida di un'astronave Plejaren che vola talmente bassa da sfiorare un albero
Immagine dell'Unico e Vero simbolo di Pace
Ufologia

La Federazione

I Plejaren appartengono a una federazione che comprende molti sistemi planetari distribuiti sia in diverse dimensioni spazio-tempo sia nell'Universo gemello DAL e che conta un totale di circa 127 miliardi di persone. L'autorità centrale della Federazione è costituita dai membri dell'Alto Consiglio, situato nella Galassia di Andromeda. Sono esseri umani talmente evoluti spiritualmente da aver raggiunto uno stadio di esistenza semimateriale.

Naturalmente, negli universi esistono anche altri tipi di alleanze di civiltà extraterrestri diverse dalla Federazione a cui appartengono i Plejaren, ma di queste non abbiamo informazioni. IHWH Ptaah riporta che negli universi il volo spaziale è praticato da molte forme di vita, umanoidi e non umanoidi. Generalmente, forme di vita dello stesso tipo o di analogo livello evolutivo e simili orientamenti si aggregano di alleanze. I loro valori sono basati sul supporto reciproco in tutti i campi e in tutti i settori in particolare quelli collegati allo sviluppo evolutivo. Gli obiettivi di queste alleanze evolute, siano esse universali, inter-universali, galattiche o inter-galattiche, sono la pace, il progresso in tutti gli aspetti della vita e l'evoluzione spirituale.

Sappiamo però che esistono anche molte altre razze che si trovano in stadi evolutivi differenti da quello delle civiltà più evolute e che non sono propense per nulla a una convivenza pacifica. Per questo, è necessario che vi siano organizzazioni responsabili per il mantenimento della pace e dell'ordine. La Federazione dispone di un'organizzazione di questo tipo e i proprio i Plejaren ne sono i diretti responsabili. Sebbene già da molti millenni non sia più necessario impiegare tale struttura per la tutela dell'ordine e dell'armonia all'interno della Federazione poiché tutti gli appartenenti alla Federazione convivono pacificamente nel rispetto delle leggi e delle indicazioni della Creazione, è necessario mantenere un'efficace capacità di autodifesa contro minacce esterne. L'area di responsabilità all'interno della quale questa organizzazione deve operare è vastissima e si estende attraverso universi in altre dimensioni spazio-tempo e addirittura nell'universo gemello DAL. Per svolgere un compito così impegnativo è necessario avere mezzi straordinari, quali le navi spaziali giganti. Billy Meier ebbe la possibilità di visitare la nave gigante di Ptaah, grande circa 35 km. Queste navi sono equipaggiate con ogni tipo di dispositivo e armamento idoneo a fronteggiare qualsiasi situazione. Il combattimento per l'autodifesa talvolta non può essere evitato, soprattutto quando forme di vita non umanoide tentano di raggiungere i loro dispotici obiettivi tramite l'uso della forza. Comunque, che ci piaccia o no, in queste situazioni è necessario scontrarsi e lo scontro, di fatto, è parte inseparabile della vita umana. Sebbene, come dicevamo, le intenzioni delle forme di vita altamente evolute siano pacifiche e indirizzate all'evoluzione spirituale, l'universo è abitato da così tante forme di vita e di diverso tipo che spesso il conflitto è inevitabile. Tuttavia I Plejaren e la Federazione tentano sempre di risolvere dispute e attriti attraverso una ragionevole forma di arbitrato prima di orientarsi verso altre soluzioni. Solo quando non è possibile raggiungere un accordo o quando la controparte si dimostra pericolosa e non interessata a una soluzione pacifica, i Plejaren ricorrono all'uso della forza. E visto il loro avanzatissimo livello tecnologico e la loro abilità nell'impiego di tecniche, tattiche e procedure di combattimento molto efficaci, per l'avversario non vi è alcuna possibilità di successo. Il loro obiettivo principale, tuttavia, consiste nel costringere il nemico alla fuga o, eventualmente, qualora ciò non sia possibile, nel farlo prigioniero e nel confinarlo in pianeti isolati. Solo in casi di estrema e assoluta emergenza per la propria autodifesa ricorrono all'eliminazione fisica: i Plejaren hanno comunque rispetto per la vita e sono consapevoli del fatto che tutte le specie senza alcuna eccezione hanno bisogno di tempo per procedere nel proprio percorso evolutivo e che questo, generalmente, si sviluppa attraverso fasi simili per ciascun livello raggiunto anche per specie diverse.

Queste organizzazioni per il mantenimento dell'ordine e della pace di norma non intervengono mai negli affari interni di un pianeta, soprattutto se esterni all'alleanza, purché azioni sconsiderate intraprese dagli abitanti degli stessi non minaccino direttamente la struttura fisica dello spazio e del tempo o la sopravvivenza di altri sistemi planetari. In tali casi estremi, se non vi sono altre alternative, vengono prese le opportune misure per ricondurre alla ragione questi elementi, eventualmente anche con l'uso della forza. Quando gli abitanti di un pianeta precipitano in una follia tale da poter provocare anche la propria autodistruzione, come nel nostro caso qui sulla Terra, le forme di vita extraterrestri evolute tentano di dare un aiuto tramite la trasmissione di insegnamenti e di impulsi di pensiero costruttivi. Questo i Plejaren stanno facendo con noi e Billy Meier, cosa quasi impossibile da accettare per gli esseri umani del nostro tempo, è per tutta una serie di motivi il tramite per la diffusione di queste informazioni e insegnamenti. Le singole civiltà devono decidere da sole e in totale autonomia se accettare, ignorare o rifiutare questo tipo aiuto poiché la libertà di scelta deve valere sempre e ovunque. Quindi, non è assolutamente nelle finalità e nei doveri dei Plejaren intervenire direttamente per costringere altre civiltà a evitare guerre o comportamenti che portino all'autodistruzione dei rispettivi pianeti. Nel nostro caso, i Plejaren interverrebbero solo qualora l'autodistruzione del nostro pianeta dovesse implicare una minaccia diretta per la sopravvivenza di altri sistemi planetari o civiltà non terrestri. Se decidiamo di procedere nella nostra follia autodistruttiva e se questo non ha conseguenze per altri, nessuno verrà a salvarci e nessuno ci fermerà...

In base ad una legge della Creazione, non è possibile che nessun essere umano della Terra, nemmeno uno solo, possa essere evacuato tramite un'azione di salvataggio qualora dovessimo procedere con il nostro assurdo comportamento e trasformare il nostro pianeta in un inferno o distruggerlo definitivamente. La Cintura degli Asteroidi presente nel nostro Sistema Solare è un valido monito in questo senso. È solo e soltanto una nostra decisione se conformarci, accettare, studiare, elaborare e agire in accordo agli insegnamenti che i Plejaren ci hanno trasmesso e che noi dobbiamo valutare con mente critica ma aperta, senza pregiudizi e senza atteggiamenti mistici e religiosi. Solo in questo modo saremo in grado di interrompere la spirale degenerativa nella quale ci troviamo e di riprendere il corretto percorso evolutivo, in accordo alle leggi e alle direttive della Creazione.

Redirect 301 - Aforismi