Questo sito utilizza i cookie per offrire il miglior servizio possibile. Continuando a navigare nel sito si acconsente all'utilizzo dei medesimi.

 
Fotografia nitida di un'astronave Plejaren che vola talmente bassa da sfiorare un albero
Immagine dell'Unico e Vero simbolo di Pace
Ufologia

Forme di vita umana negli universi

Quante forme di vita umana esistono negli universi?

Nel corso del 228° contatto, Quetzal ci riporta che, per quanto conosciuto ai Plejearen, nella nostra galassia e nella nostra dimensione spazio-tempo, esistono 2'630'000 civiltà umane altamente sviluppate e 1'040'000 civiltà che si trovano a un livello di sviluppo basso. Tuttavia, secondo le stime degli scienziati Plejaren, nel nostro intero universo e nella nostra configurazione spazio-tempo, esistono dalle 6'000'000'000'000 alle 7'000'000'000'000 civiltà umane complessivamente tra altamente sviluppate e di basso livello di sviluppo.
Inoltre, I Plejaren sono a conoscenza dell’esistenza di ulteriori 1'141'000'000 civiltà altamente sviluppate che risiedono in galassie e in dimensioni spazio-tempo diverse dalla nostra sia nel nostro universo (DERN) sia nell'universo gemello DAL.
In tutto l’universo ci sono 40'353'607 differenti razze umane le quali hanno 343 differenti colori della pelle. Accanto ai “nani” esistono anche i “giganti” come ad esempio Andron che è alto circa 5 metri, o anche esseri luminosi nella regione di Andromeda, esseri anfibi, ecc.

Nel corso del 469° Contatto del 11 agosto 2008 Ptaah riporta un elenco dei diversi tipi di esseri umani a loro conosciuti:

TIPO DESCRIZIONE
Umanoidi Come I Plejaren stessi, i terrestri e molti altri
Anfibioidi Esseri umani che ricordano alcuni animali anfibi che vivono nell’acqua. Vivono sia in acqua sia su terra.
Rettiloidi Esseri umani con aspetto rettiloide e pelle coperta da scaglie.
Insettoidi Esseri umani di aspetto insettoide, con una pelle di tipo chitinosa (simile all'esoscheletro degli insetti)
Sauroidi Esseri umani di aspetto sauropode e pelle che ricorda quella degli elefanti.
Primatoidi Esseri umani di aspetto simile ai primate e con la pelle ricoperta da una folta peluria.
Condicoidi Esseri umani capaci di muoversi tramite levitazione
Teropoidi Esseri umani con aspetto e corpo simile a uccelli, con un lungo collo, viso e una bocca simile a un becco.
Idroidi Esseri umani con aspetto e corpo simile a pesci, che vivono in acqua ma sono capaci di vivere al di fuori di quasta anche per periodi più lunghi.
Termoidi Esseri umani che vivono in zone molto calde e ad alte temperature.
Frigoroidi Esseri umani che vivono in zone molto fredde e a bassissime temperature.
Centauroidi Esseri umani con corpo in parte umano e in parte di cavallo, come i centauri della mitologia terrestre.
Faunoidi Esseri umani con corpi in parte animali e con zoccoli
Cheruboidi Esseri umani molto leggeri, con ali e che sono capaci di volare
Serafoidi Esseri umani molto leggeri con corpo in parte umano e in parte simile ad animali, con ali piumate e che sono in grado di volare

Tutte queste razze umane percorrono l’universo ed esplorano l’ambiente a loro più vicino e più lontano. Anche in questo modo, tra i Plejaren e altri viaggiatori spaziali, si sono verificati contatti che successivamente si sono sviluppati fino al punto che questi esseri umani sono stati accolti nella Federazione, pur dopo alcune chiarificazioni e sforzi. Ma ciò è possibile soltanto se questi lontani viaggiatori provenienti dalle profondità dell’universo sono portatori del necessario rispetto per la vita, per le razze umane differenti e per i loro mondi di origine. Nel caso in cui un avvicinamento o un contatto non abbia senso, ad esempio perché vi è troppa differenza tra i rispettivi livelli evolutivi spirituali, è fondamentale essere molto evoluti per capire che è necessario non interferire nell’evoluzione di esseri umani di altri pianeti. Talvolta può accadere che tra gli esseri umani appartenenti alla Federazione ce ne siano alcuni davvero strani per i “nostri” standard. Billy ebbe una volta una visita da parte di un essere umano anfibio. Dato che questa razza ha caratteristiche fisiche diverse per esempio dall’uomo terrestre, questo essere anfibio aveva grosse difficoltà a farsi capire con le parole perché i rispettivi strumenti verbali sono strutturati in modo diverso, dato che egli comunica telepaticamente con i suoi simili. Poterono comunicare quasi solo telepaticamente.