Questo sito utilizza i cookie per offrire il miglior servizio possibile. Continuando a navigare nel sito si acconsente all'utilizzo dei medesimi.

Spiritualità

Agli uomini della Terra

[Tradotto dall'originale : " An die Menschen der Erde " ]

Ci sono tempi nei quali il cielo é in fiamme, ci sono tempi nei quali la terra viene spaccata in due , oceani si riversano sulla terra e migliaia di persone devono perdere la loro vita, ci sono tempi in cui madri vengono per sempre separate dai loro figli, tempi nei quali persone diventate care le une alle altre si vedono per l'ultima volta, amici si danno definitivamente l'addio e le persone più amate svaniscono in inferni di fuoco. Ci sono tempi, nei quali la bramosia per il potere toglie a voi la speranza di un futuro

Nonostante questi tempi di oscurità e di pazzia non dimenticate mai di sorridere, quando ne avete la possibilità ; non dimenticate mai, di rallegrarvi, quando il sole spunta da dietro l'orizzonte e un nuovo giorno incomincia, non dimenticate mai, di amare voi stessi e la terra sulla quale state, non dimenticate mai, i vostri propri nomi e la vostra indole, non dimenticate, che voi siete uomini nati in questo mondo, per vivere una vita unica, mai due volte la stessa. Un giorno sbucherà dalla terra bruciata un verde germoglio per annunciare un nuovo inizio – non dimenticate, in quella occasione di essere riconoscenti.

Su questa Terra esistono molte culture, molti popoli e gruppi etnici l'uno accanto all'altro. Tutti sono diversi l'uno dall'altro, tutti hanno una diversa comprensione del mondo (idea del mondo), tutti sono basati su una propria filosofia. Alcune di queste filosofie si distinguono nei loro contenuti molto fortemente, altre al contrario solo poco. Alcune concordano l'una con l'altra, altre si contraddicono vicendevolmente. Molti uomini molte dottrine. Un discepolo diligente seguirà la sua dottrina diligentemente.

Un discepolo fanatico seguirà la sua dottrina con fanatismo. Ma cosa significa ? Significa che due esseri umani non sono più in grado di parlare del loro punto di vista in amicizia. Significa che loro in caso di un incontro nel deserto non si danno più la mano, bensì cercano di strangolarsi a vicenda, e significa che preferirebbero morire piuttosto che accettare aiuto dal altro. Il fanatismo è un'epidemia, la quale si diffonde velocemente. Una volta che qualcuno ne é infettato, lo trasmetterà in breve tempo a molti altri.

E' un fuoco divampante il quale infiamma gli esseri umani e consuma la loro ragione, cancella la loro capacità di riconoscere la molteplicità dei pensieri e la loro tolleranza verso quello che non conoscono. Il fanatismo è come una freccia che taglia l'aria e sfreccia dritto verso la sua destinazione. Il fanatismo non si fermerebbe mai spontaneamente, non abbandonerebbe mai la sua traiettoria e mai si libererebbe della sua punta. Alla fine si insinua profondamente dentro nel suo bersaglio e nessuno è mai in grado di estrarla. Molti di questi uomini abitano il nostro azzurro pianeta. Con cieco entusiasmo e zelo combattono per le loro idee, presi da un pensiero che non possono più abbandonare. Loro non rispettano né la vita del loro prossimo né la propria.

Loro seguono tenacemente il percorso che hanno un tempo tracciato. Sui sentieri che loro percorrono si trova grande sofferenza. Sulle vie prese dai loro eserciti, niente più si trova. Chi li ha visti si chiederà come è possibile essere cosi spietati, cosi malati e cosi diabolici. Di fronte alle loro azioni si andrà su tutte le furie, ma contemporaneamente si sprofonderà in un profondo lutto. È il lutto delle vittime. Il lutto, di chi ha perso la propria famiglia ed i propri amici; il lutto grazie al quale i popoli della terra non sono in grado di vivere in pace l'uno a fianco dell'altro, grazie al quale non è possibile risolvere un conflitto senza violenza.

Gli uomini si ravvederanno e comprenderanno che niente è costruito per l'eternità, che, niente perdura per sempre, che non c'é alcuna sicurezza e nessuna protezione contro le mortali idee degli invasati rivoluzionari e trasformatori del mondo. Si capirà quanto fragile è il sogno di un mondo sano, quanto velocemente i palazzi e le costruzioni più meravigliosi possono trovarsi distrutti e inceneriti e che le foreste, i laghi, i paesaggi unici, queste creazioni meravigliose e uniche possono essere distrutte dalle bombe e bruciate nell'arco di secondi. E il lutto toccherà tutti e le lacrime riempiranno gli oceani. Però questo lutto racchiude in se un seme che presto comincia a crescere e, innaffiato da queste lacrime, prolifera come una pianta, crescerà e diventerà più potente.

E' l'odio, che trova qui terreno fertile. Si avvolge come un velo intorno ai pensieri, una volta chiari, stordisce come il fumo dell'oppio, e nel delirio dell'odio aumenterà il desiderio di vendetta e la volontà di vendicarsi prenderà il posto della ragione. Le vittime allora non sono più vittime bensì vendicatori e questo in tale misura che non potranno più abbandonare il loro progetto di abbattere coloro che hanno causato la loro sofferenza; sono accecati, i loro sensi sono appannati, la loro pietà è intorpidita, ma la loro idea pazza è potente dentro di loro e le spinge in avanti, senza sosta, senza pietà – essi sono diventati fanatici. Il cerchio si chiude. Il cielo brucerà e la terra sarà scossa.

Eserciti si combatteranno, senza sapere per quale motivo lo fanno, senza sapere per che cosa muoiono , senza sapere perché vivono. Fermate questa guerra! Non permettete che la pazzia determini il vostro agire! Decidete saggiamente e in modo giusto! Difendetevi, se siete attaccati, ma non uccidete, se non c'è un vero motivo. Siate coerenti nelle vostre decisioni, ma portatevi avanti soltanto fin là dov'è necessario. Combattete per i vostri diritti e la vostra libertà, ma non fate ciò a scapito di innocenti. Vivete la vostra vita così come lo ritenete giusto, ma non dimenticate, che esistono molte persone con molte vite.

Siate liberi nelle vostre azioni, ma fate solo quel tanto che , se lo facessero tutti, si potrebbe ancora respirare. Credete quello che dovete credere, ma non elevate il vostro credo al di sopra di quello di altri. Siate patrioti nel vostro paese ma pensate anche che siete cittadini globali. Esprimete la vostra opinione, ma solo con voce così alta che si possa ancora sentire quella degli altri.

E qualsiasi cosa voi facciate, non dimenticate che nessun crimine rimanga impunito, agite di conseguenza non come criminali bensì come fratelli e sorelle che si trovano in una piccola barca che si sospinge verso una terra incognita. Ci sono molti pericoli là fuori, ma il pericolo più grande siete voi stessi. Non fate in modo che la barca si capovolga. Remate serenamente lungo il fiume della vita ….

 

Autore: Atlant Bieri, Svizzera