Questo sito utilizza i cookie per offrire il miglior servizio possibile. Continuando a navigare nel sito si acconsente all'utilizzo dei medesimi.

📜 Rapporti dei Contatti

Sul 2012: estratto di contatto

Estratto del 533° colloquio di contatto ufficiale

 

Billy: ... Siamo nel 2012 e già iniziano a infuriare in grande stile le teorie del complotto per il calendario dei Maya. Proprio stasera c’è stata una trasmissione alla televisione svizzera a tale riguardo che è stata naturalmente parecchio svizzero-banale e quindi di poco valore per fornire veramente in modo autorevole una spiegazione sull’insensatezza delle teorie del complotto.
Sul 2012 c’è da dire che si tratta di un anno del tutto normale come è successo anche per i due millenni passati durante i quali sono state profetizzate più volte varie “fini del mondo” per mezzo delle teorie del complotto di ogni sorta. Tante persone che ci hanno creduto sono state portate quasi alla pazzia o spinte addirittura al suicidio e a commettere dei crimini.
Esoteristi, astrologi, veggenti, visionari, studiosi della bibbia, guru settari, profeti dell'apocalisse insieme ad altri sostenitori della fine dei tempi e tutti coloro a cui ha dato di volta il cervello hanno ora di nuovo una grossa opportunità di trarre da questa situazione una massima e orrenda remunerazione economica. Naturalmente non si può negare che da anni si sta verificando e si verificherà anche in futuro uno spaventoso aumento di catastrofi climatiche e naturali come gigantesche inondazioni, frane, potenti eruzioni vulcaniche, devastanti terremoti e maremoti che scatenano imponenti tsunami.
Sta di fatto che anche la natura viene sempre più distrutta con la sua fauna e la sua flora a causa delle esigenze e delle assurdità dell’enorme massa umana ed è innegabile che le tempeste primordiali arrecano spaventose distruzioni. C’è anche da dire, in base alle vostre indicazioni, che il 25 percento di tutti gli eventi catastrofici sono da ricondursi a cause naturali, ma che il 75 percento di tutte le catastrofi e gli eventi che riguardano la natura e lo stesso pianeta, devono essere imputati alla sovrappopolazione.
Osservando il tutto, ciò non ha nulla a che fare con le teorie del complotto, bensì soltanto con l’irragionevolezza dell’umanità terrestre che a mo’ di branco di conigli selvatici ha generato un’incredibile e devastante sovrappopolazione che, a causa dei suoi eccessi, bisogni, cose insensate e azioni, sfrutta e distrugge in vari modi tutta la Terra.
Secondo le precise indicazioni di voi Plejaren sono 8,2 miliardi di esseri umani che oggigiorno tormentano il clima, la natura, il pianeta e tutta la vita che esso ospita, contrariamente alle stime bugiarde dei governi terrestri secondo i quali nell’ odierno 2012 si conterebbero solo 7 miliardi di persone.
Ma anche questo non ha nulla a che fare con le teorie del complotto che più insensate non possono essere, poiché non verrà la fine del mondo e tutto rimarrà com’è, con la differenza che a causa della massiccia sovrappopolazione e di tutta la sua irragionevolezza, tutto si accentuerà nei prossimi anni e decenni.
Quindi, non verranno né angeli, né un dio o un Gesù Cristo per scongiurare l’armageddon, come non vi sono in movimento: comete, meteoriti, asteroidi o un pianeta oscuro che dovrebbero preannunciare la fine del mondo. Non verranno neanche gli extraterrestri a invadere la Terra per rendere schiava l’umanità o per annientarla.
Inoltre è una realtà che nessuna particolare costellazione planetaria può portare disastri sulla Terra, neanche se ad esempio i pianeti del sistema solare si trovassero allineati come le perle di una collana; anche in questo caso questi pianeti non avrebbero nessuna influenza sulla Terra e sull’intera vita. Nei confronti del Sole tutti i pianeti messi assieme non sono altro che pochi granelli di polvere; anche se messi uno sull’altro non sarebbero mai in grado di generare tanta forza da scatenare una catastrofe sulla Terra. Costellazioni planetarie del genere, dove i pianeti del sistema solare si sono trovati allineati su una linea retta, ce ne sono già state molte, senza che per questo si siano mai verificate delle catastrofi sulla Terra o abbiano provocato altri cambiamenti. Nel 2012 non si presenterà nessun Cavaliere dell’Apocalisse che dovrebbe portare morte e distruzione e neanche Belzebù, il diavolo inventato di sana pianta dai credenti folli che inizierebbe ad instaurare il suo regime sulla Terra. Quindi è dimostrato che tutto quello che succederà nel 2012 non saranno altro che puri avvenimenti che, da un lato sono originati e causati esclusivamente dalla natura, o vengono in gran parte imposti in maniera distruttiva e al pianeta stesso per via dell’enorme massa della sovrappopolazione umana, reagendo con spaventose catastrofi di ogni genere.
E infine c’è da spendere una parola ancora sul Sole in quanto anche a tale proposito circolano stupidi complotti di cospirazione come per esempio quello che sostiene che esso dovrebbe avvampare in maniera tale da lanciare raggi talmente potenti da creare sulla Terra situazioni apocalittiche “roventi” che distruggerebbero l’umanità. Un´altra scemenza in merito sostiene che i raggi elettromagnetici solari metterebbero fuori uso centrali elettriche, apparecchi, strumenti e macchinari elettrici ed elettronici ecc. su tutta la Terra creando così un armageddon. In realtà però anche in questo caso tutto si basa su idioti complotti di cospirazione, privi di contenuto veritiero che hanno solo lo scopo, per chi crede a queste idiozie, di incutere paura in modo da poterla poi sfruttare economicamente. A tal proposito sono in prima fila tutti i guru settari e tutte le sette che profetizzano la fine del mondo così come coloro che, nella loro patologica stupidità e per trarne profitto scrivono libri e articoli pieni di teorie del complotto solo per fare un sacco di soldi con le loro furbizie. A proposito di tutte le stupide affermazioni che si riferiscono agli avvenimenti apocalittici del sole, c’è da dire che anche a tale riguardo non succederà nulla di straordinario, per cui il 21 dicembre 2012 non avrà luogo la fine del mondo o cose del genere. Quindi anche il calendario dei Maya non fa riferimento, per quanto riguarda il sole, ad una fine del mondo o fine dei tempi. Quello che realmente può succedere è che sta per concludersi il suo ciclo undecennale l’attività solare potrebbe raggiungere nuovo il culmine.
Possono di conseguenza intensificarsi di nuovo le eruzioni solari che negli ultimi dieci anni sono state molto più deboli. Il fatto che nell’autunno del 2012 e nella primavera del 2013 dovrebbe nuovamente intensificarsi l’attività solare ha quindi un’origine del tutto naturale da ricondursi al ritmo undecennale dell’attività del sole. A causa di tale attività fortemente aumentata può certamente succedere che per gli influssi elettromagnetici provenienti da eruzioni più forti, possono venir messe fuori uso l’elettricità e l’elettronica sulla Terra. Questo però, sempre se succederà, interesserà solo alcune zone e non tutta la Terra. Sospensioni di maggiore entità riguardo a impianti elettrici ed elettronici potrebbero portare di certo a delle situazioni catastrofiche, compromettendo anche la possibilità di poter comunicare in tutto il mondo, specialmente per i guasti ai satelliti adibiti alle telecomunicazioni.
Siccome molte cose dipendono dall'energia elettrica, come appunto la preparazione dei pasti, si può risolvere questo problema con delle misure preventive, come ad esempio con una cucina a legna, a gas ecc., che hanno dei costi contenuti. Se una zona dovesse essere colpita da un'interruzione di corrente, possono almeno in tal senso essere adottate delle prevenzioni. Ciò comunque è solo una misura preventiva da aspettarsi in caso di un'estesa interruzione della corrente in quanto dovesse il Sole, durante il suo ciclo undecennale, riprendere realmente un’attività più forte – cosa non sicura – tale attività si svolgerà come sempre senza che ci sia una fine del mondo o che si manifestino altre spaventose catastrofi escatologiche. Durante un ciclo undecennale aumenta o diminuisce il numero delle macchie solari, come anche l’attività solare stessa.
Gli undici anni rappresentano di nuovo la metà di un altro ciclo di ventidue anni che si fonda su intervalli magnetici durante i quali i poli solari orbitano attorno a sé stessi per una volta invertendosi. Questo l’ho imparato da te recentemente durante un colloquio privato. Mi hai anche detto che il prossimo autunno e all’inizio del 2013 la fine del ciclo undecennale potrebbe entrare forse in una fase di quiescenza dato che il mancato flusso dei raggi e la diminuita attività solare vicino ai poli solari indicherebbero che il Sole potrebbe avvicinarsi ad una pausa di quiescenza prolungata.
Nonostante entro la fine del 2012 l’attuale 24°ciclo solare si stia avvicinando al suo massimo previsto, così mi hai spiegato, ci sono le avvisaglie che all’interno del sole, sulla sua superficie e anche nella sua corona l’attività del prossimo 25° ciclo solare sarà fortemente ridotta. Il ciclo potrebbe, in date circostanze, addirittura venire a mancare del tutto. Le teorie del complotto sul Sole, cioè i temuti scenari catastrofici di un'inimmaginabile e gigantesca attività solare nel 2012 e tra il 2012 ed il 2013 potrebbero quindi trasformarsi addirittura nel loro esatto contrario. Se dovesse ridursi al minimo l'attività solare potrebbe, e sottolineo potrebbe, portare la Terra verso una “piccola era glaciale” che si potrarrebbe anche per decenni. Tu hai detto che si tratta di uno sviluppo insolito e imprevedibile che dimostrerebbe come “tre sfaccettature del Sole completamente differenti tra di loro indichino la stessa direzione”. Questo potrebbe, così mi hai spiegato, essere un segnale che il ciclo solare starebbe per entrare in una fase di quiescenza. Così si può tirar a indovinare se l’attuale riduzione dell’attività solare possa eventualmente annunciare un cosiddetto “minimo di Maunder”. Al lato opposto si trovano i “Solar Maximum” relativamente brevi che durano alcuni anni, durante i quali si arriva però a potenti eruzioni solari. I “minimi solari”, caratterizzati da un’attività solare molto ridotta, possono invece durare molti anni o addirittura parecchi decenni. L’esempio più noto a tale proposito è il ‹minimo di Maunder› del XVII secolo che è durato ben 70 anni raggiungendo il culmine con la cosiddetta ‹Piccola era glaciale›, avvenuta tra il XV ed il XIX secolo. Quello che hai inoltre spiegato è che finora non ci sarebbero ancora state le avvisaglie del 25° ciclo che indicherebbero come tale ciclo potrebbe ritardare fino al 2021-2022, ma potrebbe anche succedere che non si verifichi affatto. Hai inoltre constatato che le macchie solari tendono a durare a lungo e ad indebolirsi, da cui deduci che durante il prossimo ciclo le eruzioni solari saranno talmente deboli che le macchie solari saranno molto contenute o del tutto assenti.

Ptaah: Tutto corrisponde alle mie parole, alle mie spiegazioni ed osservazioni, come te le ho esposte di recente in forma privata. Sei veramente un buon ascoltatore e riesci a riportare tutto come ti è stato riferito.

Billy: Allora lasciamoci sorprendere da ciò che verrà. Quello che per il momento mi interessa ancora sapere è come si comportano in realtà gli “estranei” venuti sulla Terra che, a quanto pare, sono divisi in tre gruppi e come si comportano nei vostri confronti, dato che non volete avere nessun contatto con loro.

Ptaah:Secondo le nostre direttive ci siamo tenuti lontani fino ad oggi e lo faremo anche in futuro. Come ci schermiamo da qualsiasi apparecchio e strumento di localizzazione terrestre, se posso dirla con parole semplici, la stessa cosa la facciamo nei confronti di questi “estranei”. Gli scudi protettivi dei nostri dischi volanti sono concepiti in modo tale da non poter essere penetrati in alcun modo e quindi non possono nemmeno essere localizzati. Questo avviene anche quando teniamo aperti gli schermi visivi dei nostri veicoli che di conseguenza non possono essere avvistati. Ciò però non basta in alcun modo per rivelare la posizione dei nostri mezzi volanti o per poterli addirittura registrare. Questi estranei giunti sulla Terra operano nello spazio terrestre e malgrado siano divisi in tre gruppi formano un’unità. Finora non hanno trovato nessuna opportunità di accorgersi della nostra esistenza poiché tutte le loro conquiste tecnologiche non sono sufficienti per farlo e in più sono di gran lunga inferiori alle nostre. Ciò vale naturalmente anche per quanto concerne l’intera tecnologia terrestre che è ancora molto arretrata rispetto a quella utilizzata da questi estranei giunti sulla Terra. Ma siccome, come del resto anche gli uomini della Terra, questi vengono informati dai media, come la televisione, la radio i giornali, le riviste ecc. del fatto che tu sei in contatto con noi, proprio per questo sei stato controllato per molto tempo sia da questi estranei, sia dai militari, sia dalle autorità e dai servizi segreti terrestri nella speranza di poter dimostrare così a loro stessi la nostra esistenza e i nostri contatti con te. Ma fino ad oggi non ci sono riusciti e non ci riusciranno mai, perché non sono ancora all’altezza di una simile tecnica e quindi non possono in questo caso sopperire ad un tale divario. Allo stesso modo sono stati inutili e vani finora tutti i loro sforzi per acquisire conoscenze circa la nostra esistenza e resteranno tali anche in futuro.

Billy:Allora alcuni veicoli volanti sconosciuti che da decenni sono stati osservati ed avvistati sopra il nostro centro e anche nei suoi dintorni, potrebbero essere stati di questi estranei venuti sulla Terra, come successe già in passato presso la mia abitazione di Hinwil e nei suoi dintorni?

Ptaah:Infatti è questo che è successo molte volte. Se tu ci avessi chiesto qualcosa a tale proposito noi avremmo potuto darti delle spiegazioni, come abbiamo sempre fatto quando le nostre astronavi erano in azione nei paraggi del centro o anche altrove e tu mi chiedevi di volta in volta delle spiegazioni.

Billy:Dal momento che non sapevo che questi estranei mi osservassero e tenessero d’occhio anche voi, non mi è venuto neanche in mente di fare delle domande a tale proposito. In realtà sarebbe toccato a voi darmi delle informazioni.

Ptaah:Non ce n’era alcun bisogno, perché ciò è necessario sempre solo quando tu ci fai delle domande su certe cose, oppure quando noi siamo del parere che devi essere informato su determinati avvenimenti o cose di una certa importanza. Ciò che emerge dai colloqui generali è un caso ancora diverso.

Billy:Naturalmente succede sempre così. Quando voi ritenete che non è importante parlarne apertamente allora non deve essere importante neanche per me.

Ptaah:Di questo fatto tu ne eri però consapevole.

Billy:Allora cancelliamo tutto; che mi dici del fatto che sono stato osservato anche dai terrestri, cioè da alcuni militari, dai servizi segreti e anche da quel gruppo composto da ingegneri nazisti scappati in Sudamerica che avevano costruito dei dischi volanti in Germania e in seguito negli USA e in Sudamerica? Ero a conoscenza di qualcosa del genere, ma vorrei sapere se ci sono altri particolari, specialmente se ancora oggi vengono fabbricati questi dischi volanti e se girino ancora per il mondo?

Ptaah:Da allora non è cambiato nulla, compreso il fatto che certi stati continuano a lavorare in questo ambito e che si continua a lavorare ancora sulla tecnologia di tali velivoli catturata dai vincitori ai nazisti; ci sono anche tanti discendenti di questi ingegneri nazisti, a loro volta diventati ingegneri, che stanno lavorando sulle tecnologie naziste relative ai dischi volanti ecc., dimostrando anche buoni risultati.

Billy:Specialmente nell’area sudamericana e non solo in uno Stato giusto?

Ptaah:Giusto.

Tradotto da: Irma Ausserhofer
Controllato da : Davide Turla